Il pane fuori moda? leggetevi questo articolo

E’ opinione fin troppo diffusa e comune che il pane e la panificazione artigianale siano sulla via del tramonto, sostituita da prodotti industriali o altri alimenti più ricercati.

La bella immagine di apertura dell’articolo di Details.com

Ebbene, forse è il momento di rivedere le nostre idee.

La rivista americana Details (details.com) che regolarmente prende in esame ler nuove tendenze di mercato in tutti i settori (moda, stili di vita, ecc.) nell’ultimo numero di dicembre pubblica un articolo a firma di Adam Erace di ben quattro pagine sul pane intitolato: Il rinascimento dei gourmet del pane .

Ancora più significativo il sottotitolo del’articolo: A lungo caduto in disgrazia nella nostra cultura ” carboidrofobica” , il pane è in crescita, e un’avanguardia di panettieri sta sollevando scalpore nei circoli culinari. Ecco tutto il necessario per assaporare la cosa migliore che ci sia dopo. . . lascio a voi dire che cosa ci sia di meglio.

Per chi non aversse voglia di leggersi l’articolo in originale ci limitiamno a tentare una traduzione (approssimativa) dell’apertura, che ci sembra particolarmente illuminante:
L’uomo non può vivere di solo pane, ma non si può biasimare chi vuole provare a farlo . Poche cose ci toccano a livello puramente elementare come un pane appena sfornato. E in qualsiasi modo si presenti, il pane di questi tempi è migliore di sempre. Merityo anche del  Movimento artigianale Americano che ha saputo dare a uno dei più antichi alimenti del mondo una nuova veste “gourmet” assolutamente moderna.  I migliori chef del paese stanno amorevolmente profondendo i loro sforzi sul servizio del pane, e giovani panettieri audaci stanno sperimentando nuove  tecniche o ne recuperano di dimenticate per creare deliziose varietà. Di frumento o di segale, baguette o boule, impreziosito con cardamomo o infarciti di grasso d’anatra, il pane è finalmente venuto fuori dal dimenticatoio in cui era finito e oggi è alla ribalta. 

L’articolo continua elencando un gran numero di panifici artigiani di grande successo nelle città americane, da New York a Chicago a Seattle e così via.

Ma l’importante è capire che dietro questa grande rinascita del pane ci sono sempre e solo uomini e donne che amano il proprio lavoro e non grandi industrie impersonali che guardano esclusivasmente ai dividendi di fine anno.

Per chi voglia leggere l’articolo originale:  http://www.details.com/style-advice/food-and-drinks/201212/gourmet-bread-bakeries#ixzz2GE9Y5CZq

credits: www.details.com

 


Lascia un Commento